Facebook |  Staff |  Contatti  |  Sostienici  |  Pubblicità su questo sito  |  Ultimo aggiornamento: Mer, 29/03/2017 - 19:52
sei qui: Home > Life > Eventi > Bernalda "per fortuna" non è Hollywood, intanto è arrivato Johnny Depp

Eventi Bernalda

Bernalda "per fortuna" non è Hollywood, intanto è arrivato Johnny Depp

Sofia Coppola Sofia Coppola

Oramai ci siamo. Il giorno che tanti aspettavano è arrivato. Sophia Coppola, figlia del regista de “Il Padrino” sposerà oggi tra le ore 17 e le 18, il cantante dei Phoenix, Thomas Mars, nella stupenda cornice di Palazzo Margherita a Bernalda. Il palazzo, acquistato da Francis Ford Coppola, è un’antica dimora costruita alla fine dell’Ottocento, caratterizzata da uno splendido giardino interno e da molteplici affreschi che per l’occasione sono stati degnamente portati alla luce con un sapiente lavoro di restauro. E’ proprio qui che il sindaco della cittadina lucana, Leo Chiuruzzi, celebrerà il tanto atteso matrimonio in dialetto bernaldese, come chiesto espressamente da Francis.


Un tuffo nel passato. L’obiettivo, come ha confessato il padre della sposa, nell’incontro tenuto con i giornalisti alcuni giorni fa a palazzo Margherita, era quello di far conoscere ad amici e parenti “Bernalda bella” e il miglior modo per onorarla “era festeggiare un bel matrimonio esaltando il cibo meraviglioso, la luminosità del cielo e lo spirito autentico d’ Vernall”.


Francis arrivò per la prima volta  Bernalda, in macchina, nel 1962, quando lavorava a Dubrovnik. Il suo scopo era quello di calpestare le orme del suo passato ricercando la casa natale del nonno Agostino che, nel 1904 era partito per l’America per ricongiungersi ai suoi fratelli. La ricerca lo condusse in via Heraclea dove ritrovò una cugina del suo avo, Maddalena Torraco, e molti parenti che gli permisero di riagganciare le fila del suo passato con la nostra terra.


L’oggi. Questo racconto accorato, intimistico, fortemente sentimentale e pieno d’orgoglio di Francis lascia ben comprendere la scelta, da parte di Sophia Coppola, di realizzare un matrimonio molto semplice e lontano dal mondo delle star; un festeggiamento che un po’ la rappresenta, con quella sua aria costantemente un po’ ‘svampita’ e timida, ma che sicuramente deluderà i più curiosi o chi si aspettava un parterre tutto hollywoodiano.


L'abito della sposa e la cena made in Lucania. Sofia indosserà un abito dello stilista tunisino Azzedine Alaia, mentre segreti restano i testimoni degli sposi che dovrebbero essere amici non famosi di Sofia e Thomas, in linea con lo spirito scelto per le nozze. La cena, nella corte antistante il giardino della residenza dei Coppola, sarà tutta a base di piatti lucani e c'è da scommettere che non mancheranno i lampascioni, i bulbi selvatici di cui Coppola si è sempre detto ghiotto, così come le capuzze, gnumierieddi, fegatelli, tutto rigorosamente alla brace.


Festa per tre giorni. Il ricevimento sarà suddiviso in tre giornate:uno, il giorno delle nozze, dedicato agli ospiti californiani e francesi (circa 65 invitati) scelti fra amici e parenti di Sofia e Thomas, quali: Jason e Robert Schwartzman figli di Talia Shire, anche lei attesa a Bernalda,  il regista George Lucas e i chitarristi dei Phoenix mentre non ci sarà invece Nicolas Cage, cugino della sposa, impegnato al suo nuovo film. Un banchetto sarà poi dedicato agli amici e parenti bernaldesi mentre, l’ultimo giorno dopo le nozze, sarà riservato ai parenti leccesi.


L'arrivo del pirata Johnny. Intanto per la gioia di noi donne nella casa bernaldese dei Coppola è arrivato Johnny Depp. Il famoso attore protagonista di molti film, tra cui i Pirati dei Caraibi si trova a Palazzo Margherita per partecipare alle nozze di Sofia.


In paese la caccia all’invito è spietata così come quella al vip dell’ultimo minuto ma, come ampiamente ribadito, oltre al sindaco e a pochi altri, gli ammessi bernaldesi saranno pochissimi così come le star famose.

Sab, 27/08/2011 - 13:20
Stampa